Ernia del disco

Che cos’è l’ernia del disco?

L’ernia del disco è una condizione caratterizzata dalla fuoriuscita della parte gelatinosa intravertebrale con conseguente infiammazione nervosa, traumi e dolori articolari,

Prognosi della malattia

La prognosi di questa malattia è favorevole nella maggior parte dei casi, basti pensare che circa il 95% dei pazienti che ne soffre potrà riprendere le attività lavorative entro tre mesi dall’insorgenza dei sintomi senza la necessità di intervenire chirurgicamente.

Sintomi dell’ernia del disco

I sintomi che normalmente si accompagnano alla comparsa dell'ernia del disco sono:

  • Formicolio;
  • Dolore di diversa intensità;
  • Bruciore;
  • Sensibilità ridotta;
  • Spossatezza.

Diagnosi per l’ernia del disco

Per eseguire la diagnosi verranno valutati:

  • Posizionamento della parte dolente;
  • Stato dei riflessi e della sensibilità;
  • Trofismo e forza muscolare:
  • Inoltre, il paziente dovrà sottoporsi ad esami strumentali come la RM.

Quali sono le cause?

L’ernia del disco, causata dalla fuoriuscita del liquido gelatinoso dal disco invertebrale, è generalmente causata dalla rottura dell’anello fibroso, le cui fibre costituiscono la parete del disco. Questa rottura è generalmente dovuta ad una degenerazione osteoarticolare a livello delle vertebre, ma viene influenzata anche da fattori come:

  • Sedentarietà;
  • Sovrappeso/obesità;
  • Sport (es. sollevamento pesi);
  • Traumi o microtraumi ripetuti.

Inoltre, l’insorgenza di ernie è legata a fattori genetici ed alla familiarità, nonché da stress o posture scorrette che non consentono l’uniforme distribuzione del peso sulla colonna.

Si può prevenire?

Per prevenire l’ernia del disco è necessario:

  • Mantenere un buon tono muscolare;
  • Eseguire stretching per aumentare la flessibilità muscolare;
  • Sollevare pesi in modo corretto (busto eretto e ginocchia piegate);
  • Seguire corrette abitudini alimentari ed uno stile di vita sano.

Trattamenti per l’ernia del disco

Il trattamento per l'ernia varia in base alla gravità della situazione del paziente. Si può procedere in 3 forme differenti:

Generalmente le ernie guariscono spontaneamente quindi la terapia d’elezione è quella conservativa. Nel caso in cui i sintomi non si alleviassero o il dolore fosse insopportabile, invece, è indicato l’intervento chirurgico. In ogni caso, è necessaria un’attenta valutazione da parte di uno specialista prima di intraprendere qualsiasi iter terapeutico.

A quale specialista rivolgersi?

Gli specialisti che si occupano della diagnosi e del trattamento dell’ernia del disco sono esperti in Fisiatria, Fisioterapia, Neurochirurgia, Neurologia, Ortopedia e Traumatologia, Radiologia, Reumatologia e Terapia del Dolore.